Caricamento in corso

La pizza dell’estate 2018

In un clima di festa, confronto, amicizia e grande professionalità è stata eletta la prima Pizza dell’Estate vinta dal pizzaiolo Renato Bosco.

Si è svolta lunedì 18 la prima gara per la Pizza dell’estate 2018 organizzata da GazzaGolosa, a pagina enogastronomica della Gazzetta dello Sport che vuole evidenziare la crescita di un movimento di pizzaioli di qualità che coinvolge tutta l’Italia, e dalle bollicine Joyful dove siamo state coinvolte sia per l’organizzazione che per la giuria.

Una bellissima giornata che è iniziata la sera precedente a Forlì all’ Osteria Casa di Mare – ottimo pesce fresco a prezzi democratici –  ed è proseguita il giorno dopo a Milano Marittima presso il Bagno Peppino 245 dove otto maestri pizzaioli si sono sfidati fino all’ultima pizza.

MG
Il gruppo Joyfull

Il format era relativamente semplice: gli otto partecipanti, selezionati da Gazzagolosa, hanno preparato una pizza Margherita e una pizza regionale che rappresentasse il loro territorio e mentre la prima veniva assaggiata e giudicata al buio (i pizzaioli erano alle nostre spalle) secondo parametri e punteggi prestabiliti (impasto, equilibrio degli ingredienti, territorio, estetica, e cottura) la seconda era presentata da ogni pizzaioli che ne raccontava gli  ingredienti.

La giuria era composta da giornalisti, gastronomi, cuochi e artigiani  – il sommelier Luca Gardini (campione del mondo 2010), Andrea Grignaffini (Guida ai ristoranti Espresso e docente dell’ Alma), lo chef Simone di Gennaro (Casa di Mare di Forlì), Niccolò Vecchia (Identità Golose), Giorgia Cannarella (GazzaGolosa e Munchies), Lydia Capasso (GazzaGolosa e Corriere della Sera), la sottoscritta e il gelataio Simone De Feo (Capolinea di Reggio Emilia) –  presieduta da Daniele Miccione (a capotavola nella foto) , giornalista, fondatore di GazzaGolosa e capo redattore della Gazzetta dello Sport. Al suo fianco.

MG

I pizzaioli erano Matteo Aloe per l’ Emilia Romagna con la pizzeria BerberèGennaro Battiloro per la Toscana della pizzeria Battil’oro di Serravezza (Lucca), Renato Bosco per il Veneto della pizzeria Saporè di Verona, Marzia Buzzanca  per l’Abruzzo della pizzeria Percorsi di Gusto (L’Aquila), Bernardo Garofalo per la Sicilia, Ciro Salvo per la Campania della pizzeria 50 Kalò (Napoli), Corrado Scaglione per la Lombardia dell’ Enosteria Lipen (Triuggio, Monza Brianza) e Stefano Vola per il Piemonte della pizzeria  Vola (Santo Stefano Belbo, Cuneo).

MG

La bella giornata estiva, calda ma con una piacevole brezza marina, ha messo tutti di buon umore e lo spirito competitivo era attraversato da una sana voglia di divertirsi e stare insieme non per vincere ma per partecipare a una gara unica nel suo genere che ha visto sì dei vincitori ma anche dei vinti che si sono congratulati con i colleghi.

I due forni Izzo, uno elettrico e l’altro tipo napoletano, erano stati piazzati la sera prima, insieme al gigantesco frigo Elettrolux, all’entrata del Bagno. I pizzaioli erano stati divisi in due gruppi da quattro per fare uscire le pizze una di seguito all’altra così da non avere tempi morti.

Uno per volta si sono messi a lavorare sui loro impasti e ingredienti, dove ognuno dava una mano a chi ne aveva bisogno e assistevano in religioso silenzio al lavoro del collega di stendere, farcire, cuocere e decorare la pizza sul piatto prima che venisse portata alla giuria.

Così come si sono create sinergie con il gelataio Simone De Feo che ha portato 5 chili di magnifico gelato – nocciola, zabaione, ciliegia, fragola, cioccolato puro e crema (e io ne ho mangiato 3 coppe…) fatto da lui che ci ha permesso di “addolcire” il palato tra le 8 Margherite e le 8 territoriali.

La pizza dell'estate 2018

Non è stata una gara facile perchè eravamo di fronte a ottime pizze e di poco si discostavano i punteggi finali ma alla fine per la Margherita, anonima, il vincitore è stato Stefano Vola, davanti ad Aloe e Bosco,

MG

mentre delle territoriali, interessanti e di gran gusto, hanno visto trionfare Ciro Salvo con la sua sua Aprilatica con crema di broccolo, salsiccia di nero casertano, mozzarella di bufala e cacioricotta cilentana, davanti a Bosco e Garofalo

MG
Daniele Miccione, Ciro Salvo, Amedeo Moretti

Ma alla fine il vincitore per la Pizza dell’Estate è andata a Renato Bosco, re dell’impasto, che ci ha conquistato con una Margherita leggerissima e un crunch alla farina di riso venere, gallina Grisa della Lessinia in saor, cicoria e burrata a cui è andata una fornitura di 1000 bottiglie Joyfull.

MG
Daniele Miccione, Amedeo Moretti, Renato Bosco

Finita la gara, tra gli applausi e gli abbracci tra chi andava a fare un bagno al mare e chi tornava a casa, il pizzaiolo Marco Manzi della pizzeria Giotto di Firenze con il collega Giuseppe Pesare, specializzato in pizza in pala, della pizzeria Bread&Break a Firenze

Giuseppe Pesare Marco Manzi alta e
Giuseppe Pesare e Marco Manzi

ha cominciato a sfornare pizze fatte con la farina del Molino Vigeano, sponsor dell’evento, per il pubblico in abbinamento alle bollicine dei vini Joyful, bianco, rosè e rosso proposti anche in versione cocktail.

Uno degli aspetti più belli e interessanti dell’evento è stato vedere otto pizzaioli in armonia tra loro che si scambiavano consigli, provavano a cuocere gli impasti del collega – Ciro ha fatto una super napoletana con le palline di Marzia – scherzavano e si raccontavano, senza segreti e rivalità, ma, soprattutto, che si sono divertiti e si sono ritrovati, malgrado la gara, a condividere il grande amore per una pizza senza confini, con le sue tante sfaccettature e tipicità. Questo è lo spirito che dovrebbero avere sempre loro che la fanno e noi che la scriviamo.

MG

Le pizze regionali
ALOE – Pizza con prosciutto cotto di Mora Romagnola, burrata, albicocche secche, fiordilatte

MG
BATTILORO – Rivisitazione del cacciucco viareggino

MG
BOSCO – Lessinia farcita con mozzarella fiordilatte, pissacani (tarassaco) e galina grisa in saor

MG
BUZZANCA – Ruota d’oro con pollo allo zafferano, liquirizia di Atri, pomodorini secchi, sfoglie di mandorle su base di mozzarella ed insalatina

MG
GAROFALO – Fior di Asina con impasto di grani siciliani macinati a pietra homemade, fior di
latte ragusano con latte degli altopiani da cui proviene il caciocavallo dop, mortadella di asina
ragusana, pomodori secchi di Donnalucata, granella di pistacchio di Bronte dop, olio dop di Tonda
Iblea, origano dei monti Iblei, sapori e odori siculi

MG
SALVO – L’Aprilatica di Casa Marrazzo con crema di broccoli aprilatici di Paternopoli di Casa
Marrazzo, mozzarella di bufala campana DOP, salsiccia di maialino nero casertano, scaglie di
cacioricotta di bufala, olio extravergine Algoritmo 2017 Marsicani DOP Cilento

MG
SCAGLIONE – Pizza con impasto composto da farina 0, soya, crusca e grano Perciasacchi, con
zest di limone Sfusato di Amalfi, condita con insalata di asparagi, stracchino, prosciutto di bue, olio
extravergine di oliva e fiori di sambuco

MG
VOLA – Piemontese con toma piemontese vaccina, lingua di vitello, nocciola piemonte i.g.p e salsa
verde della tradizione langarola

MG

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni