Caricamento in corso
Lo scomodo di CIro Coccia

Lo “scomodo” di Ciro Coccia

Non c’è dubbio ormai che Ciro Coccia sia in grado di organizzare eventi interessanti e sempre nuovi. Dopo il successo dello street food a Pozzuoli nel periodo natalizio, Ciro si inventa un nuovo modo di stare in compagnia mettendo la pizza al centro del tavolo.
“Lo scomodo” nasce da una vecchia consuetudine napoletana in cui le persone portavano al pizzaiolo gli ingredienti da casa per poter risparmiare ma al tempo stesso non rinunciare alla gioia di una pizza e il cui costo era una piccola mancia, appunto lo scomodo e Ciro lo fa diventare un contest fra amatori del cibo e dilettanti cuochi.

loscomodo

Ho partecipato al secondo appuntamento di questo simpatico contest. Sei i partecipanti in gara, ognuno con i propri ingredienti, racconti, prodotti della terra curati nel proprio orto.

loscomodo

Si comincia con dei piccoli calzoncini ripieni “in purezza” di bianco di Peppe Borrelli, una pizza fritta ripiena di cavolfiore, besciamella e caciocavallo.

 

loscomodo

La prima pizza al forno è invece di Nicoletta Rondinella, con zucchine, ricotta, alici di Cetara, fiordilatte e parmigiano.

 

loscomodo

Stefania invece voleva tanto consumare la cicoria dell’orto del marito (se non è scomodo questo!) e la abbina con guanciale, provola e una ricotta dal gran sapore.

 

loscomodo

Luigi ha sfidato l’eccezionalità della neve a Napoli pur di recuperare la carne da Cillo per la sua pizza “scomoda” con fiordilatte, carciofi, battuto di chianina, granella di lampone, scaglie di caciocavallo e basilico.

 

loscomodo

Gianluca Guida realizza una pizza con foglie e rapa di “catozze”, lardo di colonnata, noci, fiordilatte e pecorino romano.

 

loscomodo

Chiude la serata Cinzia Boggia con una pizza con cavolo romano, fiordilatte, brie al tartufo, pancetta coppata e pistacchi.

 

I partecipanti delle due serate sono stati giudicati da una giuria di esperti e dai commensali presenti e a seguire dal pubblico dei social.

loscomodo

Le votazioni complessive hanno visto primeggiare Luigi Salvatore Scala con la sua pizza “scomoda” che entrerà di diritto nel menù della pizzeria La Dea Bendata.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni