Caricamento in corso

Luigi Cippitelli ed il suo nuovo menù autunnale dedicato al Vesuvio

Luigi Cippitelli realizza un menù d’autunno utilizzando quasi esclusivamente prodotti dei paesi limitrofi ed omaggia il vulcano partenopeo con una pizza dall’aspetto sorprendente.

Quando si dice “menù territoriale“. Un’accurata ricerca, grazie all’aiuto del Professore Giuseppe Gargiulo, per recuperare le tradizioni ed i prodotti che c’erano una volta, Luigi racconta una storia (vera) per ogni piatto e lascia a casa il solito menù da pizzeria.

Si comincia con l’antipasto della festa, ovvero la fellata benedetta con ricotta di Fuscella prodotta quotidianamente da un microcaseificio di Sant’Anastasia,  salsiccia di salame stagionato sul Vesuvio dal gusto deciso e Mozzarella di Bufala artigianale di Somma Vesuviana, realizzata con la tecnica aversana.

Cippitelli

Nelle case vesuviane tradizione voleva il consumo delle “pettole”, un tipo di pasta fresca che ricorda delle fettuccine corte, con la cui acqua si è soliti lavare le caciotte di Conciato Romano, il più antico formaggio italiano. Dalla fusione di questi racconti Luigi crea la pettola indorata e fritta ripiena di ricotta setacciata al profumo di Conciato Romano e farcita con salsa al basilico riccio. La doratura esterna è realizzata con pane di san Sebastiano.

Cippitelli

Eccoci alle pizze – realizzate da Luigi e dal fratello Marco con pasta di riporto – partiamo con una Marinara gialla Vesuviana con polpa di pomodorini gialli Giagiù, pistilli interi di zafferano del Vesuvio (perchè sul Vesuvio c’è anche lo zafferano) e olio Evo di Terzigno aromatizzato all’aglio e origano, rigorosamente homemade realizzato da Luigi.

Cippitelli

Ed ancora la Pizzella fritta della vendemmia con ragù contadino, pecorino grattugiato e foglia di basilico riccio accompagnata da uva regina in omaggio al piatto che anticamente i contadini mangiavano durante la raccolta dell’uva.

Cippitelli

Procediamo questa passeggiata sul Vesuvio con una mare e monti con Spuma di baccalà allo zafferano, funghi porcini neri del Vesuvio, bucce di pomodorini Giagiù fritte, gocce di fonduta di Conciato Romano e granella di nocciole.

Cippitelli

Finisce in bellezza con il Gran Cono – A vocca rò Vesuvio, realizzato tagliando in due un calzoncino fritto ripieno di ricotta aromatizzata al pepe nero e poi farcito con ragù napoletano che ricorda la rossa lava. Alla sua base una polvere di olive nere di Terzigno disidratate indicano la cenere dopo un’eruzione.

Cippitelli

Il riutilizzo, alla base dei concetti espressi da Cippitelli in questo menù, viene fuori con il dolce: una tortina di pane di San Sebastiano al cioccolato guarnita con zucchero a velo e confettura artigianale di pellecchiella del Vesuvio.

Cippitelli

La famiglia Cippitelli forma questo sodalizio con i produttori giovani ma che hanno le radici nelle loro storie familiari, recuperando così le tradizioni a rischio di estinzione.

Cippitelli

Pizzeria Luigi Cippitelli
Via Astalonga, 36
San Giuseppe Vesuviano NA
Tel. 081 529 5302

Aperto a pranzo e a cena dal mercoledì al lunedì.

Martedì chiuso.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.