Caricamento in corso

ANTROPIA – IL NUOVO OUTDOOR DI CIRO COCCIA ALLE STUFE DI NERONE

Antropia, apre giovedì 25 la nuova pizzeria di Ciro Coccia alle Stufe di Nerone

Una pizza figlia della tradizione, un parco mitologico immerso in un’oasi di verde, un territorio dalla straordinaria forza: è con queste premesse che apre, giovedì 25, un locale unico per location e qualità: si chiama Antropia.
E’ un format estivo (il locale sarà aperto tutte le sere a partire dalle 20 dal 25 giugno al 20 settembre) che nasce dalla partnership tra due già note realtà imprenditoriali dei Campi Flegrei: le Terme Stufe di Nerone della famiglia Colutta e la Dea Bendata di Ciro Coccia.
E’ la grande novità dell’estate: un format esclusivo che abbina la suggestiva location nota per le sorgenti naturali, gli ulivi, le pergole che si estendono su un ettaro di terreno, alla maestria e l’arte del noto titolare de La Dea Bendata. Un locale di tendenza, all’insegna del benessere anche a
tavola.
A cena in 300 metri quadri di agrumeto tra sorgenti naturali e piante uniche. “La sinergia nasce – spiega Erika Colutta delle Stufe di Nerone – da una reciproca stima professionale che si è consolidata nel tempo. Abbiamo deciso di dedicare a questa attività l’agrumeto del nostro parco termale. Il filo conduttore è l’attenzione al cliente e al concetto di benessere a 360 gradi che da sempre contraddistingue sia la nostra struttura e che si ritrova anche nelle pizze di Ciro Coccia attraverso l’alta qualità degli ingredienti”.
“Le eccellenze – dice Ciro Coccia – si sposano facilmente. Abbiamo cominciato a pensare insieme in questo periodo di chiusura forzata. In questo format non si ha semplicemente la possibilità di gustare la pizza alle stufe, ma si vive un’emozione data da una complessità di fattori: l’ampiezza
degli spazi, il benessere, la pizza buona, ma soprattutto un modo di pensare diverso. Dove la pizza diventa slow, si ripensa anche alla modalità, più rilassata, di stare a tavola insieme”.
E infatti Antropia significa proprio ripensare gli spazi dedicati allo stare dando valore alla persona. E si sviluppa dal rispetto della natura e dell’uomo in quanto parte di essa.
Si fondono, nel logo gli elementi dell’acqua (simbolo delle terme naturali) e del fuoco, simbolo della cottura nel forno a legna ma anche dell’ardore dei Campi Flegrei.
Ogni sera, sarà dunque possibile degustare le pizze di Ciro Coccia e le fritture della tradizione con prodotti di alta qualità territoriale ed eubiotici, nonché i dolci di Federica Morra (che è anche il volto del locale) nel bel mezzo di un parco termale unico al mondo in un agrumeto di 300 metri
quadri.

No stress: massima sicurezza, piena libertà. Sarà così possibile vivere per tutta l’estate una esperienza indimenticabile caratterizzata dal no stress. La pizza diventa così un’esperienza benessere a tutto tondo. Che parte dal contesto, da questo eden sulle sponde del lago Lucrino, dai profumi delle varietà naturali di uno splendido parco in cui è possibile ritrovare il carrubo, il mirto, godere della vista di fiori rari come il tagetes, per
arrivare alla pizza di Ciro Coccia. Una pizza realizzata con l’impasto di sempre a lunga lievitazione a temperatura ambiente (senza frigo), così come tramandato da tre generazioni e con prodotti di altissima qualità territoriale derivanti da semi antichi autoctoni del territorio della linea
Indispensabile di Eccellenze Nolane: trionfano i pomodorini Caramella, il giallo Giagiu, le zucchine San Pasquale e tantissime altre varietà in grado di far ritrovare i sapori di una volta e, perché no, d icontribuire al benessere.
Massima sicurezza, piena libertà in una location che unisce storia, terme, benessere e naturalità.
Simbolo del locale è l’arco che, a ben guardare, identifica, in uno, l’imboccatura del forno per le pizze e la cornice delle sorgenti naturali di epoca romana: l’antro da cui deriva il naming stesso del locale (Antropìa) e anche il divertente #AntroPIZZAtevi.
Ad Antropia si accede su prenotazione via wa al numero: 338.4128091
La fascia di prezzo è la stessa della Dea Bendata: 15-20 euro a persona
Nessun ticket di ingresso al parco termale e all’agrumeto
Parcheggio gratuito

Stufe di Nerone – Bacoli, via Stufe di Nerone 37

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni