Caricamento in corso
pizza napoletana a Tokyo da Capoli

Capoli, la vera pizza napoletana a Tokyo

Siamo andate a mangiare una – buona – pizza napoletana a Tokyo da Capoli, pizzeria riconosciuta dall’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Pizza napoletana a Tokyo? Perché no! Il Giappone è tra le mete di viaggio più entusiasmanti (anche) per la sua straordinaria e vastissima offerta gastronomica, che va dal sushi ai ramen, dai dolci più assurdi alle alghe di ogni tipo, dal cibo da strada più goloso e popolare alla raffinata cucina kaiseki. Decidere di andare a mangiare la pizza in occasione di un viaggio di 20 giorni (che sono davvero pochissimi comparati al numero di cose che ci sarebbero da vedere e da provare in tutto il Paese) può sembrare un’idea bizzarra ma noi di Pizza On The Road non potevamo certo esimerci!


Tra l’altro la pizza in Giappone va fortissimo e la scelta non manca, soprattutto a Tokyo dove – giusto a titolo d’esempio – c’è anche l’indirizzo nipponico dell’Antica Pizzeria da Michele e sta per aprire la sede nuova di zecca di Obica nello scintillante quartiere di Roppongi Hills.
Con una sola possibilità – per il resto mi sono concentrata su ramen, soba e yakitori! – ho deciso però di provare una pizza “100% made in Japan” anche se nel più puro stile napoletano e sono andata da Ca Po Li, pizzeria già provata e consigliata da Pizza Dixit.

La pizzeria – associata all’AVPN dal 2012 con tessera 412 – si trova al piano interrato di un palazzo a pochi passi dalla trafficatissima stazione di Shinjuku, accanto a Starbucks (precisazioni non di poco conto come sa chiunque abbia provato a cercare un ristorante in Giappone basandosi solo sull’indirizzo; spesso i locali sono all’interno di palazzi e se l’insegna è solo in caratteri giapponesi individuarli è un’impresa! Non è però questo il caso della pizzeria in questione, ben segnalata all’esterno).

pizzeria Ca po li Tokyo pala pizza tokyo insegna AVPN Tokyo
Quando siamo arrivati, all’ora di pranzo di una domenica, la fila arrivava in cima alla scala ma è stata piuttosto rapida. A darci il benvenuto, a metà scala, una pala da pizza autografata da tale Gaetano, probabilmente il maestro che ha insegnato l’arte della pizza napoletana ai pizzaioli di Ca Po Li, tutti rigorosamente giapponesi.

il pizzaiolo di Capoli a Tokyo

All’interno, il locale si rivela del tutto simile a una pizzeria napoletana autentica: ambiente piuttosto spartano e rumoroso – in Giappone!!! – ma accogliente, il banco delle pizze con il forno a legna napoletano doc e le oliere in rame dove sono al lavoro due pizzaioli, i simpatici camerieri che anche tra loro parlano spesso in italiano, per chiamare le comande e i tavoli, concedendosi qualche (lieve) urlo del tutto gratuito ogni tanto per fare atmosfera. In un Paese dove il silenzio impera ovunque – tranne che nelle musiche chiassose delle pubblicità che escono dagli schermi sui palazzi in stile Blade Runner in alcuni quartieri, e negli incessanti annunci su treni e metropolitane – la cosa risulta decisamente esotica.

Il menu è di quelli tipici da ristorante (pseudo)italiano all’estero: antipasti misti, carbonara, arabiata, spaghetti pescatore, tiramisù e panna cotta tra le altre cose. Le pizze, invece, vengono distinte tra le “Margherita base” (7 tipi con base di pomodoro e “mozzarella” più vari ingredienti in aggiunta, tra cui anche la Capricciosa con prosciutto, origano, olive nere e funghi che però in questo caso sono gli shimeji), le Marinara base” (4 varianti tra cui quella con 4 pomodori e la Tarantina con pomodorini ciliegia, acciughe, capperi, olive nere e basilico) e le Bianche, con 7 proposte tra cui la 4 formaggi, la Braccio di Fello con spinaci e salame e la Olo Bianco con prosciutto, parmigiano e rucola, scritte proprio così. E no, non abbiamo intenzione di deridere gli errori di scrittura e pronuncia perché ci basta pensare ai tantissimi errori – in Inglese ma anche in Italiano – ricorrenti nei menu nostrani.

Marinara da Ca Po Li a TokyoI prezzi vanno dai 1000 Yen (circa 7,5 euro) per la Marinara base e 1600 (12,5 euro) per la Margherita, fino ai 2400 (18 euro) per le pizze più elaborate. E sinceramente, trattandosi di una pizzeria in un quartiere centrale di Tokyo – dove comunque si può mangiare benissimo e abbondante sotto i 10 euro in tantissimi posti – non è poi una cifra così alta. A piacere, si possono aggiungere topping extra – mozzarella di bufala “vera”, Parmigiano, salame Napoli, rucola etc – per un costo che va dai 50 centesimi ai 5 euro. Da bere, soprattutto birre industriali italiane ma anche qualche artigianale firmata Baladin, piacevole sorpresa scoperta solo grazie alla locandina affissa nella toilette visto che nel menu non ce n’era traccia!

pizza Capoli Tokyo

pizza napoletana Capoli

pizza napoletana a Tokyo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Noi abbiamo assaggiato una Margherita base e due Tarantine. Nel complesso le pizze sono buone e piuttosto fedeli allo stile partenopeo, con un cornicione giustamente pronunciato e la caratteristica scioglievolezza. Forse non avrebbe guastato qualche secondo in più di cottura e la qualità degli ingredienti – in particolare la “mozzarella” della Margherita e le olive della Tarantina, come pure il basilico messo in cottura e non fuori dal forno – non era eccelsa ma ad essere onesti, la qualità generale era superiore a quella di certe pizze anonime che si mangiano ancora oggi a Napoli, ferma restando la differenza di prezzo.

caffè da Capoli

il conto da Ca po li

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Insomma, soprattutto per chi si dovesse trovare in Giappone per molto tempo o per chi non abbia comunque la possibilità di mangiare spesso una buona pizza, direi che Ca Po Li è un ottimo indirizzo per mangiare una pizza napoletana a Tokyo. La prossima volta che capiterò da queste parti, però, andrò di sicuro a provare la pizza di  Susumu Kakinuma da Seirinkan, la pizzeria celebrata dallo chef David Chang nel suo programma TV Ugly Delicious. Me l’ha consigliata anche da Zaiyu Hasegawa, lo chef del ristorante Den che è stato da poco premiato come il #2 dalla classifica 50 Best Asia. Ci è stata invece Maricler, che era in viaggio in Giappone nei miei stessi giorni, e aspetto che racconti lei l’esperienza!

Pizzeria CA PO LI
4-1-9 Shinjuku, Shinjuku-ku, 160-0022 Tōkyō, Shinjuku () Kantō / Giappone
Tel: +81353631787
capoli@totalwell.co.jp
www.totalwell.co.jp

 

1 comments

  1. Mi fa piacere che abbiamo condiviso la stessa opinione sia sulla pizza, che sulla pizzeria. Sì, l’ambiente è chiassosissimo e divertente, ma è soprattutto impressionante che in mezzo a tanto vociare italiano la pizzeria sia frequentata quasi solo da giapponesi, e tutto lo staff sia locale. Simpaticissimi e allegri, è davvero un luogo dove passare una piacevole mezz’ora. O anche di più: quei prezzi così bassi per essere in Tokyo centro davvero ti spingono a restare anche solo per godere un po’ di più del sorriso dei pizzaioli!

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.