Caricamento in corso

La Città della Pizza Milano: alla scoperta dei protagonisti

Milano è pronta a fare da palcoscenico per alcuni dei migliori pizzaioli d’Italia. 

Mancano poco più di due settimane a La Città della Pizza che si terrà, per la prima volta, sabato 26 e domenica 27 ottobre a Milano all’interno di Fabbrica Orobia. Vi abbiamo già raccontato di quali pizze“Napoletana”, “All’italiana”, “A degustazione”, “Al taglio” e “Fritta” – ci saranno, ma oggi vogliamo entrare nel dettaglio.

unnamed

Sabato 26 saranno presenti nelle cosiddette “case”, ovvero le pizzerie temporary: Errico Porzio, di Pizzeria Porzio, da Napoli, per la categoria “Napoletana”; Antonio Pappalardo della pizzeria La Cascina dei Sapori di Rezzato (BS), per la pizza “A degustazione”; Ivano Veccia, di Qvinto, Roma, per la “Napoletana”; Fabrizio Franco e Omar Abdel Fattha, di Pane e Tempesta, Roma, per la pizza “Al taglio”; Lello Ravagnan, di Grigoris, Chirignago (VE), per la categoria “All’italiana”; Attilio Albachiara, dell’Associazione Mani d’Oro, Acerra (NA), per la “Pizza fritta”; Paolo De Simone, di Da Zero, Milano, per i “Fritti all’italiana”.

Domenica 27, davanti ai forni prenderanno posto: Ciro Salvo, di 50 Kalò, Napoli, categoria “Napoletana”; Tommaso Vatti, La Pergola, Radicondoli (SI), “A degustazione”; Leonardo Gombi e Rahman Md Rezuanur, Forno Brisa, Bologna, “Al taglio”; Daniele Vaccarella, La Braciera, Palermo, “All’italiana”; Vincenzo Esposito, Carmnella, Napoli, “Napoletana”; Luigi Cippitelli, Pizzeria Luigi Cippitelli, San Giuseppe Vesuviano (NA), “Pizza fritta”; Mirko Rizzo e Jacopo Mercuro, di 180g, Roma, “Fritti all’italiana”.

In entrambe le giornate, per la categoria “Senza glutine”, sarà presente Sara Palmieri, della Pizzeria 10 di Napoli.

unnamed

“Facendo tappa in una città come Milano – sottolinea De Venuti – ci è sembrato doveroso trovare un filo conduttore della manifestazione che fosse anche in linea con l’ambiente circostante. E quindi un luogo in costante fermento, sempre al passo con i tempi e con lo sguardo rivolto verso il futuro. A La Città della Pizza avremo dunque alcuni dei protagonisti della new wave della pizza italiana, che portano avanti concetti come la grande attenzione per gli impasti, la ricerca delle materie prime del proprio territorio, lo studio della tradizione e la sperimentazione e così via. In poche parole gli alfieri di un movimento nuovo, per certi versi rivoluzionario, che hanno ben chiaro però quanto la pizza sia e debba continuare a essere un alimento popolare e conviviale”.

unnamed

Con le tante proposte da mangiare, non mancherà la possibilità di sperimentare abbinamenti, a partire da quelli con la Birra Artigianale firmata Baladin. Mentre per gli amanti del vino saranno diverse le etichette da poter degustare, tra cui quelle firmate Mossi 1558. Ma a La Città della Pizza il pubblico potrà mettere le mani in pasta in prima persona, grazie ai laboratori, gratuiti e dedicati a tutti gli adulti, di cui via abbiamo raccontato nel precedente post.

unnamed

E se gli adulti saranno impegnati nelle “lezioni di pizza”, i più piccoli, dai 3 anni in su, non resteranno certo a guardare. Per loro la possibilità di realizzare tante pizze colorate e gustose grazie ai divertenti Kids Lab realizzati grazie alla collaborazione con Boing (canale 40 del DTT) e Cartoonito (canale 46 del DTT). Anche per i baby pizza lover la partecipazione è gratuita, mentre la prenotazione può avvenire direttamente in manifestazione.

LA CITTÀ DELLA PIZZA MILANO 2019
LOCATION: Fabbrica Orobia – Via Orobia, 15 – Milano
GIORNI E ORARI DI APERTURA: Sabato 26 ottobre ore 11.00 – 24.00 / Domenica 27 ottobre ore 11.00 – 22.00
Ingresso gratuito.
Per tutte le info e le prenotazioni www.lacittadellapizza.it

Print Friendly, PDF & Email

One comment

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni