Caricamento in corso

Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.

Grande novità in casa Berberè: pizza fritta, restyling e un nuovo magazine.

Da circa un mese da Berberè, precisamente dal 24 ottobre e solo nel locale romano, sono state inserite le pizze montanare. La Capitale diventa così tester per la pizza fritta nella sezione “cicchetti” del menu in tre varianti:

e
pomodoro, parmigiano reggiano e basilico
e
Stracciatella e crudo di Norcia
o
pomodoro e bufala, acciughe e origano

In una serata dedicata, con la preziosa presenza di Matteo e Salvatore Aloe, sono stata ad assaggiarle e farmi raccontare da loro questa scelta particolare. “La clientela romana lamentava la mancava di fritti, come è nella loro tradizione, da mangiare prima della pizza. Ma non potevamo cimentarci in ricette che non ci appartengono, come i supplì. Così abbiamo deciso di fare la nostra interpretazione della Montanara” ci spiega Matteo Aloe “usando i nostri impasti con farina di tipo 1 ma di grammatura inferiore (80 gr ogni pallina).”

e

Il risultato? Delle piccole bombe, tonde e alte, molto gustose (anche perché la qualità dei prodotti è ineccepibile) che però hanno poco a che vedere con la Montanara campana che rimane più bassa e croccante. La vera difficoltà infatti è cuocerle perfettamente sia fuori che dentro senza bruciarle. Ma Matteo ci sta lavorando e sicuramente arriverà a mettere a punto una fritta perfetta!

Berbere pizza fritta

L’incontro è stato anche una ghiotta occasione per festeggiare i tre anni di Berberè a Roma e verificare il restyling del locale ancora più contemporaneo e colorato, fra cui l’inserimento dei nuovi wall-painting delle To/Let.

IMG

Inoltre sono state sfornate, per la mia felicità, una serie di pizze classiche (e un cicchetto).

Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.
Crostini con acciughe di Cetara, burro e scorza di limone
Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.
Prosciutto crudo di Norcia, stracciatella, fiordilatte, olio all’arancia
Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.
Mozzarella di bufala di Caserta, pomodoro, basilico
Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.
Salsiccia di Mora Romagnola Zivieri, pomodoro, parmigiano reggiano 24 mesi, semi di fi nocchio

In anteprima anche la nuovissima, e buonissima, pizza di Natale – si può mangiare solo dal 25 novembre al 6 gennaio – con radicchio, taleggio, salame e sapa.

Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.
Roma diventa tester per la pizza fritta di Berberè.

Infine si è parlato del nuovo 24 hour pizza people, il bookmagazine semestrale cartaceo curata da Martina Liverani, direttrice di Dispensa. Nato da un’idea di Berberè racconta la cultura della pizza attraverso uno sguardo inedito sulle città italiane. Se il primo numero era dedicato a Bologna, il secondo è incentrata sulla città di Torino (acquistabili on-line https://24hpizzapeople.com/about/ e nelle pizzerie Berberè al costo di 15 €). Il prossimo sarà su Milano e poi, si spera, Roma.

o

Berberè Roma, via Mantova 5, a pochi passi dal MACRO Museo d’Arte Contemporanea

Tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.00 alle 23.30

Print Friendly, PDF & Email

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni