Caricamento in corso
upsn le centenarie

Le Centenarie: nasce l’unione delle Pizzerie Storiche Napoletane

E’ stato scelto – forse non a caso, a Napoli alle tradizioni e ai Santi ci teniamo…  – il giorno di Santa Lucia (il 13 Dicembre, giorno piu’ breve dell’anno dedicato alla Santa protettrice della vista… e di chi ci vede lungo) per sancire la nascita ufficiale dell’Unione Pizzerie Storiche Napoletane – “Le Centenarie”. Per la prima volta nella storia della città e soprattutto nella storia della Pizza Napoletana, diverse importanti realtà partenopee e non solo (ma comunque legate alla tradizione della citta’), connesse tra loro per rapporti familiari, storie e vicende, si sono riunite attorno a un tavolo e hanno sottoscritto uno Statuto condiviso e voluto da tutti.

A sottoscrivere l’atto che ha sancito la nascita dell’Associazione sono stati Antonio Starita della Pizzeria Starita a Materdei, Salvatore Antonio Grasso della Pizzeria Gorizia 1916 a via Bernini, Antonio Pace della Pizzeria Ciro a Santa Brigida, Paolo Surace della Pizzeria Mattozzi a piazza Carità, Gennaro Luciano dell’Antica Pizzeria Port’Alba, Massimo Di Porzio della Pizzeria Umberto a via Alabardieri, Giorgio Moffa dell’Antica Pizzeria Ciro dal 1923 a Formia e Gaeta, Alessandro Condurro dell’Antica Pizzeria da Michele a via Sersale, Ferdinando Lombardi della Pizzeria Lombardi 1892 a via Foria di Enrico e Carlo Alberto Lombardi e Gaetano Capasso della Pizzeria Capasso a Porta San Gennaro.

Tratto comune tra queste 10 realtà storiche del mondo pizza partenopeo e’ la centenarietà, vale a dire l’approssimarsi o il superamento del centesimo anno di età. E’ pur vero che mancano all’appello altre pizzerie e dinastie di pizzaioli che pure avrebbero il requisito ma il Vice Presidente Salvatore Antonio Grasso, a scanso di equivoci, ha tenuto a precisare che “l’Unione Pizzerie Storiche Napoletane – “Le Centenarie” ha solo iniziato il suo cammino con un gruppo di soci fondatori. Prossimamente inviteremo altre realtà centenarie partenopee e via via che le altre raggiungeranno l’età prevista dall’associazione provvederemo a invitarle a farne parte. Con il nuovo anno l’UPSN – “Le Centenarie” comincerà a muoversi con attività sul territorio nazionale e internazionale al fine di promuovere la pizza napoletana e la sua storia.

L’obiettivo dell’associazione, secondo quando riportato dal comunicato ufficiale, è infatti quello di salvaguardare la storicità della pizza napoletana, le sue tradizioni, la sua reale espressione che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Antonio Starita, nominato Presidente – mentre il Segretario è Alessandro Condurro che dovrà anche gestire finanziariamente l’Unione – ha tenuto a precisare che “questa associazione non nasce con l’intento di sovrapporsi ad altre associazioni esistenti che svolgono una loro funzione e mission associativa, piuttosto quello di rafforzare la visibilità di realtà storiche che tutt’oggi fanno grandi numeri e storicamente sono state sedi di formazione e preparazione per tante generazioni di bravi pizzaioli. La difesa della pizza napoletana, così come la conoscono molti, è onere di tutti coloro che ne fanno parte. La modalità di stesa della pizza, il fornaio e il forno a legna sono patrimonio del nostro mondo che non possiamo dimenticare o rendere secondario in una realtà che corre fin troppo velocemente e dimentica che il presente esiste perchè c’è stato un passato e che questo passato è ancora vivo e vivace”.

Intento che naturalmente non possiamo che condividere, anche se personalmente mi pare di scorgere in questa iniziativa un atteggiamento di “difensiva” a mio parere inutile. La Pizza Napoletana, per quello che mangio in giro, non e’ mai stata tanto in salute!

 

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni