Caricamento in corso

Noi di Sala apre alle pizzerie

La seconda edizione – digitale – della guida interamente dedicata all’arte dell’ospitalità e dell’accoglienza vede tra le prinicipali novità l’ingresso del mondo della pizza.

Terza edizione per PASS – acronimo per Passione, Accoglienza, Servizio, Squadra – l’appuntamento ideato e organizzato da Noi di Sala, associazione senza fini di lucro nata nel 2012 con lo scopo di rivalutare la figura del cameriere nella ristorazione attuale il cui board direttivo è composto dal Presidente Marco Reitano, dal Vice Presidente Luca Boccoli (Selezione Boccoli) e da Marco Amato (Maitre Sommelier presso Imago all’Hotel Hassler), Alessandro Pipero (Patron di Pipero), Rudy Travagli (Restaurant Manager Enoteca La Torre a Villa Laetitia), Davide Merlini (Maitre Sommelier Le Jardin de Russie).

Seconda per la guida Noi di Sala, curata dall’associazione come strumento utile per chi cerca una accoglienza impeccabile e come “orientamento” per chi aspira a migliorare e a puntare in alto. Presentata venerdì 10 dicembre al Wegil di Roma, la guida – quest’anno online – è consultabile al sito www.guidanoidisala.com.

Duecento i locali recensiti, una vera e propria mappa di quanto di meglio il nostro Paese sia in grado di offrire in termini di servizio in sala e di capacità di offrire alla clientela un’esperienza di altissimo livello. E che, come ogni guida che si rispetti, ha visto assegnare i suoi premi nel corso dell’incontro moderato da Paolo Fratter, voce e volto di Sky Tg24.

Al ristorante Arnolfo (Colle Val d’Elsa, Siena) è andato quello come “Miglior Servizio di Sala”, in collaborazione con San Pellegrino. Il riconoscimento come “Miglior Servizio Vini”, in collaborazione con Première Italia ha visto primeggiare Agli Amici di Udine. Il premio “Come a Casa”, in collaborazione Torrefazione Orlandi Passion, è stato assegnato all’Antica Bottega del Vino” di Verona, mentre è stata La Trota dal ’63 (Rivodutri, Rieti) a ottenere quello come “Miglior Servizio Giovane di Sala”, in collaborazione con la Fondazione Birra Moretti.

Ad arricchire la mattinata anche diversi interventi incentrati soprattutto sui temi delle competenze e della formazione del personale. E anche su questo versante NdS opera da tempo con successo, come dimostra la collaborazione con Gambero Rosso Academy che ha portato alla creazione di corsi specifici come “Obiettivo Sala”.
Sul tema molto apprezzati gli interventi di Nicola Ultimo, Food&Beverage Manager del Park Hyatt di Milano e di Pietro Pompili, Restaurant Manager del Ristorante Al Cambio di Bologna.

Ma la novità più ghiotta – almeno per noi – di questa nuova edizione è l’ingresso in guida delle pizzerie, dove sempre più spesso l’accoglienza e il servizio non sono più considerati optional, con grandi investimenti da parte dei patron, e anzi talvolta diventano anche modello per altre forme di ristorazione dimostrandosi particolarmente attente al valore aggiunto di una sala preparata. Per ora le segnalazioni sono solo sei: l’Hofstatter Garten in Alto Adige, dove c’è Marzia Buzzanca, Grigoris e I Tigli in Veneto, La Gatta Mangiona a Roma, Pepe in Grani a Caiazzo e La Notizia a Napoli (nella sezione pizzerie risultano 10 ma ci sono anche indirizzi che non corrispondono alla categoria). Tutti più che meritevoli naturalmente, anche se ne mancano per lo meno due o tre che ci starebbero di diritto, ma non conosciamo nei dettagli i criteri di selezione.

“PASS è diventato sin da subito un appuntamento importante e non solo per chi opera in sala – ha dichiarato Reitano – ma anche per coloro, e sono molti, che hanno della ristorazione e della hotellerie una visione a 360°. E che riconoscono il ruolo strategico dell’ospitalità e dell’accoglienza, tasselli fondamentali di un comparto che rappresenta uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy”.

fonte Comunicato Stampa

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.