Caricamento in corso
pizza al taglio, Pizza Chef, Roma

Pizza Chef, la pizza al taglio con condimenti da chef

Certo, non è una novità: ci ha pensato Gabriele Bonci, prima di tutti, a mettere condimenti da chef – per qualità della materia prima e per concezione e lavoro di preparazione, nel suo caso veri e propri “piatti” trasformati in topping – sulla pizza al taglio, naturalmente con un impasto all’altezza (in tutti i sensi). In diversi hanno provato a seguirne l’esempio, qualcuno riuscendoci meglio e altri meno. Mario Panatta e Sara Longo, artefici di Pizza Chef – piccolo locale di pizza al taglio in una traversa tra via Appia e via Tuscolana – sono decisamentre tra i primi. Anche perchè lei, prima di dedicarsi alla pizza, ha lavorato a lungo proprio come cuoca, nella cucina del Trimani WineBar.A dire il vero la storia del locale nasce prima del loro arrivo, dalla collaborazione tra il titolare de La Piccola Abbaziainteressante birreria con piccola cucina e una stupefacente selezione di formaggi al civico accanto ma in procinto di spostarsi di qualche metro – e un altro pizzaiolo. Poi sono subentrati loro, di rientro da un’esperienza all’estero e la voglia di dedicarsi alla pizza in teglia a Roma, e nel giro di qualche mese il locale è diventato indipendente anche se la “vicinanza” si continua a far sentire anche nella selezione non banale di birre artigianali in bottiglia.

A mettere a punto l’impasto, oltre all’esperienza di panificazione di Sara (che ha insegnato i trucchi del mestiere anche a Mario) c’è stata anche la “mano” di Stefano Callegari che gli ha dato qualche consiglio su proporzioni e tempi di maturazione e gli ha donato un po’ del suo lievito madre per partire. Il risultato è una base abbastanza saporita, alta e leggera, piuttosto soffice ma con una certa croccantezza nella parte inferiore che non dispiace per nulla, capace di reggere condimenti elaborati senza prevaricarne il gusto. Il chè è un bene visto che i condimenti sono davvero buoni.

Merito della qualità delle materie prime usate, certo: dalla mozzarella e ricotta di bufala del Caseificio Ponte di Legno ai salumi e le salsicce del Pork’n’Roll, – ma pure altri tagli di carne, con cui Sara si cimenta in vere e proprie preparazioni di cucina come la porchetta in crosta di pane – passando da un buon olio extravergine della Sabina a verdure di stagione che provengono da un fidato banco del mercato di piazza Epiro. Ma se nelle pizze classiche questo basta avanza, la bravura di Sara – e la mano della chef – si vedono soprattutto nelle proposte più elaborate.

pizza al taglio, Pizza Chef, Roma

Noi ne abbiamo assaggiate solo alcune – oltre a una buona Margherita – ma ci sarebbe stato da provarle tutte! Per esempio, ci è piaciuta molto quella con salsiccia e porri – piuttosto semplice ma ben equilibrata tra la dolcezza dei porri e il sapore della carne – e ci ha stupito quella con Gorgonzola, nocciole e fichi secchi che sulla carta ci sembrava  piuttosto rischiosa e invece era davvero ottima.

Ma a conquistarci è stata soprattutto la pizza con lardo alle erbe, cipolla rossa, Camembert e mirtilli: un piccolo capolavoro di gusto ed equilibrio in cui nessun ingrediente sovrastava l’altro ma ognuno dava il giusto contributo al sapore complessivo.

Unica pecca, se così la vogliamo chiamare: le pizze “gourmet” – che sono disponibili su richiesta anche in versione tonda, pure per l’asporto o con consegna a domicilio – cambiano molto spesso, quindi è raro trovarle due volte di seguito se si viene qui sporadicamente. Ma è una buona ragione per tornare e provare altre pizze!

Piuttosto buoni anche i supplì, in versione classica o gourmet come quelli con zucca mantovana e taleggio o con il sugo di genovese, tanto per fare qualche esempio.

 

Pizza Chef
Via Clelia, 63, Roma
Tel. 06 87566046

Print Friendly, PDF & Email

One comment

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni