Caricamento in corso
Pucci e Manella

Pucci e Manella e le pizze “speziali” firmate Apreda

A Formia, una pizzeria attenta alla forma e alla sostanza che in menu, tra tante proposte classiche e originali, ha anche quattro pizze “Speziali” create in collaborazione con lo chef Francesco Apreda.

Col bel tempo e qualche giorno di festa torna la voglia di andare ad esplorare un po’ cosa succede nel mondo pizza e io ne ho approfittato per andare a provare finalmente Pucci e Manella, un locale inaugurato nel 2019 a poca distanza dalla bella spiaggia di Gianola, appena fuori Formia (che nel 2020 veva anche ospitato il progetto di “Pizzeria educativa” del team di AgriGiochiAmo, a cura di Giuseppe Orefice e Margherita Rizzuto.

Dietro al locale – e al nome, insolito – ci sono i due soci fondatori, l’italo-argentino Guillermo (detto Pucci, la mente) e il pizzaiolo Pietro Zannini (Manella), compagno della figlia Carolina, che si occupa di impasti e condimenti, che valorizzano i prodotti delle due regioni che proprio in questa zona costiera si incontrano: Lazio e Campania.

Noi siamo stati nella veranda che affaccia sulla strada, ben riparata, e non ho sbriciato all’interno se non quello che potevo vedere dal mio tavolo. Il locale è moderno, arioso, senza troppi fronzoli ma accogliente, e soprattutto mi ha colpita la grande gentilezza di tutto il personale e le attenzioni anche ai dettagli, come le posate per il dolce “da condividere” senza bisogno di richiederle e i tempi giusti, senza mettere fretta (c’è da dire che siamo andati molto presto quindi non c’era una grande folla, ma l’approccio mi sembra quello in generale). E poi, leggere in menu i nomi degli oli extravergine scelti per le diverse pizze, tra cui diverse eccellenze del territorio che conosco bene, mi ha fatto piacere.

Il menu è molto ricco, e inizia con un tagliere di affettati e formaggi tipici locali accompagnati da focaccia e con i fritti classici, tra cui abbiamo assaggiato arancino al ragù napoletano, frittatina di pasta e crocché napoletano (tutti fritti alla perfezione e poco unti, ma con una menzione speciale per il crocchè!).

Poi le varie pagine si suddividono in Pizze Stagionali (12-14 euro, tra cui quella con Genovese di scottona e e cipolla di Alife), Pizze Classiche (che partono dai 4 euro della Marinara per arrivare agli 8 di Capricciosa, Ortolana e Dop con mozzarella di bufala), Pizze Speciali (8-10 euro, tra cui la buona Bassiano scelta da chi era con me: Mozzarella di Bufala Campana Dop, prosciutto crudo di Bassiano Reggiani, stracciatella di bufala, gocce di basilico, olio evo Cava Rossa Cosmo Di Russo) e infine le quattro proposte delle Pizze Speziali (12-15 euro) che erano poi il motivo principale della mia visita.

pucci e manella

Si tratta infatti di quattro pizze che all’impasto di Zannini – di stampo napoletanomoderno, molto gustoso, soffice e con il cornicione gonfio ma non pesante e non esagerato – abbinano altrettanti condimenti studiati insieme allo chef napoletano di stanza a Roma Francesco Apreda, che con la pizza ha un legame particolare tanto che la propone anche sulla sua incantevole Divinity Terrace. A rendere uniche le pizze ci sono infatti gli Spicy Blend creati dallo chef, mix di erbe e spezie che imprezioscono le sue ricette raffinate che si possono ordinare e usare anche a casa per dare un tocco in più a ogni ricetta. Queste le proposte: Zuccotta 2.0 (provola affumicata, crema di zucca, guanciale artigianale, patate al forno alla curcuma, in uscita mix di semi, olio evo Mancini e Spicy Blend Curcumax), Cacio, Pepe e Sesami (fiordilatte, scaglie di Cacio del Borgo,, in uscita ricotta di pecora aromatizzata con menta e lime e Provolone Recco, Pecorino Romano Dop grattugiato, olio evo Mancini, foglioline di menta fresca con lo Spicy Blend Pepi e Sesami), Arrabbiata Gold (salsa di pomodoro giallo, pomodorini gialli semi-dry e in uscita peperoncini verdi freschi piccanti, chips di aglio nero, olio all’aglio, polvere d’oro e Spicy Blend Pikkante) e Caprese Green (focaccia con pesto di rucola e basilico con noci e pinoli, mozzarella di bufala, datterini profumati con capperi, alici e aglio, Goma Wakame, olio piccante Layu e semi di sesamo, con Spicy Blend Bombay).

La mia scelta è ricaduta sulla Cacio, Pepe e Sesami e mi è piaciuta davvero molto, risultando fresca ed elegante nonostante sia decisamente ricca e appagante. Non sono riuscita ad assaggiare il dolce – un semifreddo caramello e cioccolato servito in un (abbondante) trancio traingolare – ma mi dicono che fosse molto buono pure quello.

Pucci e Manella
SS7, 186, 04023 Formia (LT)

Lascia in Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.